I Pompieri di Roma al Concorso Internazionale di Torino del 1928

I POMPIERI DI ROMA AL CONCORSO INTERNAZIONALE DI TORINO DEL 1928

di Alessandro Fiorillo

Uno degli aspetti più interessanti della tradizione pompieristica del periodo comunale era rappresentato dai concorsi nazionali e internazionali, fondamentali per la diffusione delle nuove tecniche d’intervento e la condivisione delle ultime scoperte nel campo della tecnologia antincendio. Era un momento di confronto e di crescita per molti corpi di pompieri, durante il quale si stringevano contatti e rapporti di collaborazione utili, oltre che per l’aspetto formativo, anche per una progressiva standardizzazione del servizio sul territorio nazionale.

Famoso fu il Concorso Internazionale che si tenne a Torino, nei primi quattro giorni del settembre del 1928, per celebrare le feste centenarie di Emanuele Filiberto di Savoia e il decennale della vittoria nella Prima Guerra Mondiale. L’organizzazione fu curata dal Comandante dei Pompieri di Torino Ing. Viterbi, e il concorso rappresentò un evento di prim’ordine per la famiglia pompieristica italiana di quegli anni, sia perché fu occasione d’incontro per le rappresentanze di moltissimi Corpi di Pompieri d’Italia (compresi i Corpi di Palermo, Catania e Messina, ma anche molti Corpi di piccole città), sia per la presenza di Corpi esteri con i quali si poterono confrontare e conoscere nuove tecniche, attrezzature, tecnologie, ecc.

Alla manifestazione parteciparono circa 2000 pompieri, organizzati in non meno di 150 squadre e con la presenza di circa 300 autocarri. Per l’occasione venne costruito un vero e proprio villaggio in legno che servì per le manovre e le gare di spegnimento d’incendio, che resero l’evento particolarmente emozionante e formativo per le difficoltà reali e le simulazioni di salvataggio che dovettero affrontare i pompieri impegnati.

Ovviamente anche il Corpo dei Vigili di Roma partecipò al concorso, e una squadra di pompieri capitolini si recò a Torino portando con se un autopompa De Manresa da 1500 litri, un autocarro con due alzate di Scala Romana ed una FIAT 503 per i servizi del Comando. I pompieri romani affrontarono le prove del concorso il primo giorno della manifestazione, cioé nel pomeriggio del 1 settembre, subito dopo la prova sostenuta dai Pompieri di Milano che per l’occasione si cimentarono nell’opera di spegnimento dell’incendio di un fienile. Ai nostri toccò la prova di spegnimento dell’incendio della Casa del Fascio, con simulazione di salvataggio di una persona rimasta bloccata al secondo piano dello stabile. La seconda prova fu rappresentata dalle manovre di montaggio e smontaggio della Scala Romana, uno degli strumenti più tipici e spettacolari della tradizione pompieristica romana, e la manovra completa venne svolta in soli 12 minuti. E fu proprio la squadra dei Vigili di Roma a conseguire, in virtù del punteggio ottenuto, ben due premi del Concorso Internazionale di Torino, rappresentati dalla Grande Medaglia d’Oro offerta dal Duca di Genova per la manovra d’incendio e di salvataggio alla Casa del Fascio, e una Coppa d’argento offerta dal Comitato organizzatore del Concorso per la manovra della Scala Romana in briglia.

Il Comandante del Corpo di Roma, Ing. Giacomo Olivieri, venne nominato Membro onorario di due istituzioni pompieristiche: una portoghese ed una fra gli Ufficiali professionisti dei Pompieri inglesi.

Il personale del Corpo dei Vigili di Roma inviato al Concorso Internazionale di Torino del 1928 fu il seguente:

Comandante: Ing. Giacomo Olivieri

Vice Comandante: Ing. Ugolini

Capo Reparto Macchinista: Dottori

Capi Squadra: Ballerinie Bascheriniclip_image006[4]

Sotto Capo Squadra: Cenedella

Vigili: Benedetti, Filiberti, Flori e Ranieri

Bibliografia: Capitolium 1928, pag. 425, 426, 427. Archivio Storico Capitolino.

clip_image002[4]                                                                                               clip_image004[4]                                                                                                                              Manovra di spegnimento incendio della Casa del Fascio                                                                    Foto di gruppo di Ufficiali e pompieri partecipanti al Concorso                                                                                                                                                             Medaglia del pompiere romano Raimondo Ballerini

 

 

Author: enri